ABOUT ME

marsala

I’m a designer deeply in love with clay.

Some years ago I realized I was more involved in running the way rather than in reaching the purpose. Working to my prototypes rather than see the eventual industrial final piece…
That’s why I finally choose uniqueness and Patotype born.

During university I attended a basic ceramic course, more as a diversion during winter evenings than for genuine interest… And unexpectedly I found myself totally in love with the material, and with the technique… Time spent with my hands in clay was enchanting… It inspired my ideas… it made my head turning around… After degree in Industrial Design, my ceramic work goes on and on. I spent lot of time in my lab and attending courses and masterclass to give my creativity more and more expressive opportunities.

My production had always been pretty various, even if, during last 2 years, I focused my attention most on jewelry. I find it attractive because really closed to the consumer… Jewels of my life had always been strictly connected to a special person, or moment. I love thinking people giving a jewel of mine as an important gift, or someone feeling fine wearing it…

My favorite material for jewels is Limoges Porcelain which, left unglazed, gives a soft feel to the ceramic pieces. It belongs to the “hard-paste” category of porcelain. That means a porcelain of great hardness, translucency, and strength composed by kaolinite, quartz and feldspar. It is a very technical and challenging material which fires at very high temperature, getting stronger but even warping and shrinking sometimes…
It is an hard and patient job which requires technical knowledge and lots of practical. But what I feel during clay handling is nearly perfection…
Every piece borns 2 times. First, during design project, when concept and technical structure are defined, but it’s in the making that every single piece really takes life.
Time to time it is different, same concept, same structure, different aspect. Just like living beings.

That’s what I do.
Unique pieces carefully and heartedly handmade, one by one.

 

 

Sono una designer profondamente innamorata dell’argilla.

Alcuni anni fa capii che ero molto più coinvolta nel percorso piuttosto che nella meta. Lavorare ai miei prototipi piuttosto che vedere l’eventuale prodotto industriale finale.
E’ così che ho scelto l’unicità, ed è nato Patotype.

Durante l’università frequentai un corso di ceramica di base, più come diversivo nelle serate invernali che per un reale interesse. Inaspettatamente mi trovai totalmente innamorata del materiale e della tecnica. Il tempo che trascorrevo con le m ani nella terra mi incantava. Ispirava le mie idee e mi faceva girare la testa. Dopo la laurea in Disegno Industriale, il mio lavoro con la ceramica continuava a progredire. Trascorrevo molto tempo nel mio laboratorio e frequentavo corsi per dare alla mia creatività sempre maggiori opportunità di espressione.

La mia produzione è sempre stata piuttosto vari, anche se, negli ultimi 2 anni, ho posto particolare attenzione alla gioielleria. Mi attrae perchè molto vicina al cliente. I gioielli della mia vita sono sempre stati strettamente connessi a una persona o a un momento speciale. Adoro pensare alle persone che offrono un mio gioiello come dono importante, o a qualcuno che si sente bene indossandolo.

Il materiale che preferisco per i miei gioielli è la Porcellana di Limoges che, non smaltata, ha una sorta di morbidezza al tatto. Fa parte della categoria delle porcellane “a pasta dura”. Il che significa una porcellana molto dura, traslucida, e resistente composta da caolino, quarzo e feldspato. E’ un materiale che richiede molta tecnica, è una sfida continua, perché viene cotto a temperature molto alte, il che lo rende solido ma anche soggetto a deformazioni e a fessurazioni a volte.
E’ un lavoro molto duro e paziente che richiede conoscenze tecniche e parecchia pratica. Ma la sensazione che provo mentre modello l’argilla rasenta la perfezione…

Ogni pezzo nasce 2 volte. La prima è durante il processo di progettazione, nel quale vengono definiti il concetto e la struttura tecnica, ma è nella realizzazione che ogni singolo pezzo prende realmente vita.
Di volta in volta differente, stesso concetto, stessa struttura, aspetto differente. Semplicemente come gli esseri viventi.

Ecco ciò che faccio.
Pezzi unici in porcellana realizzati a mano con cuore e attenzione, uno ad uno.