Storie tra le dita home edition – “Guizzino” di Leo Lionni, ed Babalibri

Ciao a tutti,
in questo lungo periodo lontani mi mancano tanto i laboratori e mi mancate voi bimbi. Ho pensato quindi di preparare un nuovo laboratorio, questa volta andremo in fondo al mare e scopriremo insieme le avventure del pesciolino Guizzino.

Per evitare di caricare un unico, lunghissimo, video, ho suddiviso l’esperienza in tanti piccoli video così che potrete scegliere quali vedere e in quale ordine.

LA STORIA
come in ogni laboratorio fatto insieme, tutto comincia con il racconto della storia. Il primo video è quindi proprio la storia.

IL MATERIALE
Questa volta non potremo lavorare con l’argilla, ho quindi cercato e provato per voi diversi impasti, troverete qui sotto un video in cui ve li presento e vi insegno a prepararli. Per semplicità vi elenco qua di seguito gli ingredienti:

porcellana fredda(simil):
• un vasetto di yogurt di colla vinilica
• 2 vasetti di amido di mais
• un cucchiaio di olio corpo
• un cucchiaio di succo di limone
• un po’ di crema mani con glicerina (opzionale)
ESSICAZIONE: all’aria, il tempo dipende dallo spessore del lavoro realizzato, indicativamente 24 ore
DECORAZIONE: l’impasto può essere colorato prima della modellazione, aggiungendo tempere, ma attenzione che questo renderà l’impasto più appiccicoso, andrà quindi aggiunto altro amido di mais. In alternativa (quello che faccio io) si può colorare una volta indurito usando tempere, meglio ancora se mischiate con un po’ di colla vinilica.

– pasta di sale:
• 2 vasetti di farina
• 1 vasetto di sale fino
• 1 vasetto di acqua
• 1 cucchiaio di colla vinilica (opzionale, a questo punto non sarà chiaramente più commestibile)
ESSICAZIONE: all’aria, al sole è perfetto, il tempo dipende dallo spessore del lavoro realizzato, indicativamente 24 ore. Oppure mettendola in forno, bassa temperatura, volendo si può lasciare socchiuso lo sportello del forno per lasciar uscire l’umidità. Il tempo dipende dal forno ma considerate che non deve cuocere ma solo essiccare.
DECORAZIONE: l’impasto può essere colorato prima della modellazione, aggiungendo tempere, ma attenzione che questo renderà l’impasto più appiccicoso, andrà quindi aggiunta un po’ di farina. In alternativa (quello che faccio io) si può colorare una volta indurito usando tempere, meglio ancora se mischiate con un po’ di colla vinilica. Oppure solo tempere e, a fine asciugatura, spennellate con colla vinilica che renderà il lavoro più resistente e impermeabile.

MODELLAZIONE:
Questa volta i personaggi sono davvero tanti, li ho organizzati in più video così che possiate scegliere di volta in volta quello che volete realizzare!

I pesciolini

L’aragosta

La medusa

Le alghe

Gli anemoni

Gli elementi in carta

IN CASO DI BISOGNO, DUBBI, DOMANDE, SONO A DISPOSIZIONE! SCRIVETEMI PURE QUI, SU WHATTSAPP AL NUMERO 3498768827 OPPURE VIA MAIL ALL’INDIRIZZO patrizia@patotype.it

Spero in questo modo di tenervi un po’ compagnia, buon divertimento!